www.berardigiordano2013.com

Come si vota

VOTO ALL’ESTERO PER CORRISPONDENZA


ISTRUZIONI PER GLI ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO


1. Per cosa si vota ? Si vota nella Circoscrizione Estero per eleggere 12 membri della Camera dei Deputati e 6 del Senato della Repubblica.

• Nella Ripartizione Europa si vota per eleggere 5 deputati e 2 senatori.

• Nella Ripartizione America Meridionale si vota per eleggere 4 deputati e 2 senatori.

• Nella Ripartizione America Settentrionale e Centrale si vota per eleggere 2 deputati e 1 senatore.

• Nella Ripartizione Africa, Asia, Oceania e Antartide si vota per eleggere 1 deputato e 1 senatore.

2. Chi vota all’estero? Votano all'estero per corrispondenza gli elettori iscritti all'AIRE (Anagrafe degli Italiani residenti all'estero) nei Paesi con i quali iI Governo italiano ha stipulato apposite intese.

3. Come si vota? Si vota per corrispondenza, con le modalità indicate dalla Legge 27 dicembre 2001 n. 459 e dal Decreto dei Presidente della Repubblica 2 aprile 2003 n. 104. In particolare:

a) Entro il 6 Febbraio, gli Uffici consolari inviano per posta a ciascun elettore un plico contenente:

• il certificato elettorale (cioè il documento che certifica il diritto di voto);
• le liste dei candidati della propria ripartizione (Camera e Senato);
• le schede elettorali (una per la Camera e una per il Senato);

• una busta piccola completamente bianca;
• una busta affrancata recante l'indirizzo del competente Ufficio consolare;
• il foglio informativo.

b) L'elettore che non ha compiuto il 25o anno di età alla data dei 24 febbraio 2013 riceve solo la scheda e la lista per la Camera dei Deputati;

c) L'elettore esprime il proprio voto tracciando un segno (ad es. una croce o una barra) sul contrassegno corrispondente alla lista da lui prescelta o comunque sul rettangolo della scheda che lo contiene utilizzando ESCLUSIVAMENTE una penna biro di colore nero o blu;

d) ciascun elettore può esprimere il voto di preferenza scrivendo il cognome dei candidato nell'apposita riga posta accanto al contrassegno votato. La legge prescrive che il numero di preferenze vari a seconda della ripartizione (massimo due preferenze nelle ripartizioni a cui sono assegnati due o più deputati o senatori e massimo una preferenza nelle altre). Ciascun elettore può esprimere tante preferenze quante sono le righe poste accanto a ciascun simbolo;

e) la scheda o le schede vanno inserite nella busta completamente bianca che deve essere accuratamente chiusa e contenere solo ed esclusivamente le schede elettorali;

f) nella busta più grande già affrancata (riportante l'indirizzo dell'Ufficio consolare competente) l'elettore inserisce il tagliando dei certificato elettorale (dopo averlo staccato dal certificato seguendo l'apposita linea tratteggiata) e la busta piccola chiusa contenente le schede votate; g) la busta già affrancata così confezionata deve essere spedita per posta, in modo che arrivi all'Ufficio consolare entro - e non oltre - le ore 16 (ora locale) del 21 febbraio; h) le schede pervenute successivamente al suddetto termine non potranno essere scrutinate e saranno incenerite.

ATTENZIONE
SULLE SCHEDE, SULLA BUSTA BIANCA PICCOLA E SUL TAGLIANDO NON DEVE APPARIRE ALCUN SEGNO DI RICONOSCIMENTO.

SULLA BUSTA GIÀ AFFRANCATA NON DEVE ESSERE SCRITTO IL MITTENTE.

LA BUSTA BIANCA PICCOLA E LE SCHEDE DEVONO ESSERE INTEGRE.

IL VOTO È PERSONALE, LIBERO E SEGRETO. È FATTO DIVIETO DI VOTARE PIÙ VOLTE. CHI VIOLA LE DISPOSIZIONI IN MATERIA SARÀ PUNITO A NORMA DI LEGGE.


senato repubblica
la diretta
pdl logo
forzasilvio