www.berardigiordano2013.com

Domenica scorsa i due parlamentari
del Popolo della Libertà hanno incontrato
quasi 300 connazionali


Montréal abbraccia Giordano
e Berardi: “Vi vogliamo a Roma”




10/02/2013

Una grande dimostrazione di affetto, un abbraccio lungo tre ore, un bagno di folla che ha letteralmente ‘travolto’ il Senatore Basilio Giordano e l’Onorevole Amato Berardi, loro stessi piacevolmente sorpresi dalla forte e convinta partecipazione di oltre 300 connazionali alla ‘Spaghettata’ offerta domenica scorsa presso lo ‘Chateau Princess’ di Saint Léonard. Una grande iniezione di fiducia per i due parlamentari, in piena campagna elettorale e lanciatissimi verso la rinconferma per altri 5 anni in Parlamento. A partecipare al pranzo, allietato dalla musica di Franco Barbuto e dalla voce di Perry Canestrari, sono stati italiani di tutte le età e di ogni provenienza regionale.

Tra gli ospiti dell’incontro organizzato da Fabio Mincato, capo della segreteria politica del Senatore Giordano, ricordiamo: Pino Asaro, Federazione delle Associazioni siciliane del Québec; Carlo Maira, Associazione Canicattinesi; Michelangelo Canistraro, Associazione Aragonese; Italo Staffa, Associazione Cosentini di Montréal; Joe Parise, Comitato San Francesco di Paola; Tony Fuoco, Federazione Associazioni Regione Campania,;Alex Di Zazzo, Associazione Rocca d’Evandro; Antonietta Di Pietro Sabatino, Federazione Associazioni Molisane del Québec; Anna Perrotti, Associazione Marchigiana ALMA Canada; Mario Fratolillo, Associazione Montefalcionesi; Filippo Camarda, Associazione Mammolesi di Montréal; Enzo Colombo, Presidente ‘Team Italia’; Mimmo Calabretta, agenzia di viaggi ‘Expertours’; Agostino Salvatore, Società Sviluppo economico della Piccola Italia; Barbara Pisani, consigliera particolare del Ministro federale dell’Immigrazione, Jason Kenney; Pat Buttino, Direttore del Centro Leonardo da Vinci, il Prof. Vincenco Galati, Commissario scolastico; Avv. Pasquale Artuso, Roberto Rinaldi, presidente della CIBPA e Giovanni Chieffallo, ex presidente della CIBPA.

“Ogni volta che vengo a Montréal – ha detto l’On. Berardi – mi sento come a casa. E questo grazie alla famiglia Giordano e al vostro calore. Sono sempre più convinto che oggi i veri italiani siano quelli fuori dai confini nazionali, i soli che conservano ancora le tradizioni, la lingua e la cultura. Siete voi i veri Ambasciatori del Made in Italy. In questi 5 anni abbiamo cercato di fare il massimo, ma possiamo fare meglio se ci riconfermate la vostra fiducia. L’importante è non sprecare il voto che minerebbe la nostra unità agli occhi del governo italiano. Il messaggio che deve passare è quello che gli italiani nel mondo hanno una sola voce e un solo obiettivo. Sono emigrato negli anni ’70 da Longano, un paesino di 1000 abitanti nel Molise - ha raccontato - con i miei genitori e 4 fratelli. Ci siamo rimboccati le maniche integrandoci nella società di adozione. In tanti, però, hanno perso la cittadinanza.Oggi gli extracomunitari in Italia hanno più diritti sociali e sanitari di noi emigrati. Noi non siamo italiani di Serie B: ci battermo affinché sia riconosciuta la cittadinanza italiana a tutti coloro che sono nati in Italia, è un diritto sacrosanto. Così come è importante incrementare l’offerta informativa e intensificare gli scambi. Chiediamo di rinnovarci la vostra fiducia e di farci pervenire suggerimenti e consigli per migliorarci e rappresentarvi al meglio in Parlamento”.

Ha preso poi la parola il Prof. Vincenzo Galati, che ha voluto rendere omaggio al suo amico Basilio Giordano: “Riconosco in Basilio – ha detto - l’affetto persistente e immutato che coltiva da sempre verso le comunità Italiane ovunque, in modo particolare per quella di Montréal. Dire Basilio denota onestà, dire Basilio denota trasparenza, dire Basilio denota integrità, dire Basilio indica competenza e serietà, votare Basilio Giordano significa vittoria, significa rieleggere il Senatore per ancora 5 anni al Senato della Repubblica a Roma”.

È stata quindi la volta del ‘padrone di casa’, il Senatore Giordano: “È un grande piacere – ha esordito - vedervi così numerosi. Conosco quasi tutti voi da oltre 35 anni: ho fatto molta vita associativa, mi sono dedicato alla politica municipale, al turismo, all’editoria e 5 anni fa sono stato chiamato ad occupare il seggio del Senato. Nella vita nulla succede per caso: quando ho incontrato Berardi, un uomo dal grande cuore e dal forte temperamento, siamo diventati colleghi e amici in 5 minuti. Oggi sono pronto a fare un altro pezzo di strada con lui. Sono qui perché ci credo, ottimista e fiducioso, sono realista ma credo anche nei sogni. Da Roma a Montréal il primo sogno l’ho realizzato nel 1977: il matrimonio; il secondo nel 1987: editore e giornalista del più antico giornale italiano in Canada; nel 2008 il terzo: Senatore della Repubblica. Ci ho creduto e ho vinto. Tre sogni targati ‘Italia’: italiana la moglie, italiano il giornale, italiano il seggio parlamentare. Ma sono anche fiero di essere canadese, un buon cittadino di una Nazione che mi ha accolto in una maniera squisita. Oggi mi sento a casa sia in Canada che in Italia. Qui perché sono nati mia moglie e i miei figli, lì perché ho ancora mio fratello e le mie sorelle, oltre agli amici d’infanzia. Mi sento un uomo del mondo, proprio come gli italiani che vivono all’estero, la parte migliore dell’Italia. Ed è proprio a voi che chiedo il sostegno per poter proseguire l’opera cominciata 5 anni fa. Interromperla significherebbe tornare indietro. Siamo sereni, abbiamo la coscienza a posto, siamo convinti di farcela perché abbiamo operato bene anche se non abbiamo concluso tutti i punti del programma per la crisi finanziaria che ha investito tutto il mondo. Dopo le rimesse del dopoguerra, l’Italia ha nuovamente bisogno dei suoi figli all’estero: possiamo aiutarla acquistando prodotti Made in Italy, trascorrendo le vacanze nel paese dei nonni, agevolando gli scambi culturali dei nostri figli. Restiamo uniti per ribadire ai nostri connazionali che esiste un’altra Italia fuori dall’Italia. E quando torneremo a Roma non vi deluderemo perché veniamo dal vostro stesso mondo, quello degli italiani fuori dai confini nazionali. La nostra vittoria sarà la vostra vittoria”!



Il Senatore Basilio Giordano e l’Onorevole Amato Berardi circondati dagli amici siciliani intervenuti all’iniziativa


L’Associazione Cosentini di Montréal: il presidente Italo Staffa a fianco
dell’On. Amato Berardi e del Sen. Basilio Giordano



Il Sen. Basilio Giordano, il presidente della CIBPA Roberto Rinaldi, l’On. Amato Berardi,
l’ex-presidente della CIBPA Giovanni Chieffallo, l’assistente politico del Senatore Fabio Mincato
e il presidente del Comitato San Francesco di Paola Joe Parise



Il Senatore Basilio Giordano al tavolo del Consiglio della Federazione delle Associazioni
Siciliane tra il vice presidente Carlo Maira (a sinistra) ed il presidente Pino Asaro (a destra)



L’On. Amato Berardi, il Sen. Basilio Giordano e il presidente
dell’Associazione Famiglia Sanpietrese Tony Fuoco insieme ad altri concittadini campani

senato repubblica
la diretta
pdl logo
forzasilvio